Archive | giugno 2012

L’eleganza del Miccio

“Matilda, il mio puppy, l’ha adorato, Richie invece purtroppo non sa leggere…” Chiara Ferragni
“Ma come ti vesti?”  Valeria Marini guardandosi allo specchio

In un elegante e radical chic palazzo milanese si svolge la vicenda di questo romanzo super cool che le fashion blogger hanno già fatto diventare un cult.
Una portiera sciattona ma colta e una ragazzina depressa perché non può accedere ad una carta di credito per fare shopping da sola vengono salvate dal guru del fashion, Kenzo Miccio, che aprirà loro le porte del buon gusto e del vivere bene.

Arte e filosofia?  Letteratura? Sentimenti? NO!
Esiste una sola ragione di vita: la moda. Kenzo Miccio vi trascinerà finalmente alla vera fonte della cultura e scopriremo insieme che se non spendi almeno 700 euro per un outfit non meriti di stare al mondo, così come se usi una borsa grande alla sera o se non ti metti il tacco 12 con plateau anche per andare a buttare la spazzatura.

“Hai detto braccialetti??? Si chiamano bangles, devi morire.”

[Credits to: Laura]

Annunci

Festa della Madonna

Siccome siamo Editori della Madonna e abbiamo dei lettori della Madonna, vogliamo trovarci tutti insieme a fare un aperitivo della madonna.

Venerdì 29 giugno a partire dalle 19,30-20,00 noi editori della madonna siamo al BLAm bar lounge & art mood in via Ronzoni, 2 a Milano con un bicchiere in mano a bullarci delle nostre copertine appese sul muro del locale.

Ovviamente siete tutti invitati, passate a farci un saluto, ad ammirare le copertine stampate in grande o anche solo a bere, che un aperitivo (lungo) è sempre un buon modo per iniziare il weekend e sfanculare la settimana di lavoro.

Noi saremo quelli ubriachi ma fighi della madonna. Qui le specifiche per raggiungerci >>

Non ci resta che infrangere. Diario di una crisi economica tra speranze e vetrine

“Si ha la certezza che la crisi abbia raggiunto un livello insostenibile il giorno in cui tutti lo sostengono” Jaime Rigôlais

Le chiamano crisi “cicliche”. Da un lato, fortunatamente, non c’entrano donne e ormoni; dall’altro, purtroppo, pare non abbiano ancora inventato i Lines Seta Ultra economici. E non intendiamo assorbenti low-cost double-face Made in China, quanto, fuor di metafora, soluzioni efficaci all’attuale crisi economica internazionale (in un certo senso, anche questi sono problemi di liquidità).

Max Spread si inserisce a fari spenti nell’accesa polemica tra l’economista tedesco Gunther Bund e l’italiano Antonio Bitipì, ogni giorno più distanti tra loro, facendosi portavoce di una generazione che oscilla pericolosamente tra lo sperare, lo sparare e lo spirare. Secondo lo studioso americano, dopo le generazioni X e Y, oggi è l’epoca della “Generazione 1X2”, la cui fonte più sicura di reddito sono le schedine e i Gratta&Vinci. L’autore, con un’analisi precisa e puntuale come Trenitalia, invita i governanti ad agire in fretta per evitare la minaccia incombente, cioè l’involuzione verso la drammaticamente paradossale Generazione Zero: uomini e donne a cui, se si comprasse un Gratta&Vinci, non rimarrebbero monete per grattarlo.

Dopo il successo del precedente studio sull’evasione fiscale (“Uno Stato in ostaggio. Come trattare il rilascio degli scontrini senza che nessuno si faccia male”), Spread torna a brillare con un’opera molto lucida, soprattutto grazie alla particolare verniciatura adottata per la copertina.

Il cucchiaio d’argento

Il più autorevole libro di cucina italiana ritorna con una nuova edizione riveduta e corretta. Obiettivo dell’imponente opera gastronomica è quella di proporre numerose ricette di alta classe per cucinare i propri avversari sul campo.
Gli esimi undici autori rivisiteranno gli elementi basi della cucina anglosassone, proponendoli in nuove forme e schemi, spiegando passaggio per passaggio come arrivare alla porta avversaria e cuocere a puntino la perfida Albione.

La caccia ai libri improbabili è aperta!

I libri improbabili sono ovunque.
Vi seguono, si appostano e vi spiano dagli espositori della vostra libreria preferita, della vostra edicola o tra gli scaffali del supermercato.

Ora tocca a voi!
Scovateli, fotografateli e inviateceli sulla pagina Facebook degli Editori della Madonna o per e-mail a editoridellamadonna@gmail.com!

I libri più improbabilmente pubblicati, verranno raccolti nell’apposita galleria degli Editori della Madonna, affinché non se ne perdano ingiustamente le tracce.

Conoscerli è l’unico modo per difendersi!

Il tombino

“Non sollevate quella grata” IT

Cosa si nasconde sotto la città che non dorme mai, Città Della Pieve?

Nefandezze e profondità maligne dell’animo umano, topi albini, cadaveri di tartarughe ninja e coccodrilli ciechi, tutti al servizio del torbido Don K Kong, scimpanzè astronauta abbandonato dopo che si scopre essere della famiglia dei bonobo. Tappatevi il naso, e inoltratevi nella lettura!

Il film tratto da questo romanzo ha fatto storia, con la magistrale interpretazione di Manuela Arcuri nel ruolo di Don K Kong… ah no, quello era “Carabinieri”

Il codice Dai Spingi

“Questo libro ha già sfondato” [Selen]

“Meglio farsi anche una famiglia, piuttosto che la famiglia si fa te” [Natalino Balasso]

Indipendentemente dalla professione esercitata, risulta spesso assai difficoltoso conciliare la sfera professionale con quella privata.

Il consulente direzionale Rocco Trivella, sostenitore delle liberissime professioni in tutte le posizioni, illustra con linguaggio semplice e taglio divulgativo come avviare (e mantenere efficiente) il proprio strumento di lavoro, nonché come farlo ben figurare tra le mura domestiche.

Una guida operativa alla penetrazione del mercato, che si appresta a diventare uno strumento chiave nel sempre più floscio panorama dell’editoria professionale. Da segnalare, in particolare, l’appendice “Mi sono fatto da solo”, volta ad illustrare, per mezzo della testimonianza diretta di chi si è fatto, vie alternative di autoimprenditorialità.
Grazie a pratici schemi ed inequivocabili immagini esplicative, l’avido lettore potrà sedare il suo desiderio di successo senza trascurare la propria dimensione affettiva, mettendosi così al riparo da spiacevoli ed adrenaliniche vendette, consumate direttamente dai congiunti sulla propria pelle. E oltre.

Perché anche coloro che vogliono prendere non devono scordarsi di dare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: